Ultimi argomenti
» Condizioni Generali di Registrazione e Regolamento del Forum di Alzalamente
Dom Apr 29, 2012 12:49 pm Da lucrezia sebaste

» il raggio verde
Mar Set 21, 2010 5:34 pm Da arcangelo

» raccolta di foto e notizie sui ponti
Lun Mar 29, 2010 12:04 am Da francesca

» Lauretta Masiero
Mer Mar 24, 2010 6:48 pm Da arcangelo

» tempo vero
Mer Mar 24, 2010 6:43 pm Da francesca

» 2010-03-14 -Peter Graves
Mar Mar 16, 2010 8:21 pm Da arcangelo

» Spagna, in Andalusia la legge sulla morte degna e senza dolore
Ven Feb 26, 2010 1:38 pm Da arcangelo

» a cosa serve e come usarla
Gio Feb 25, 2010 10:12 pm Da francesca

» Tutto su mia madre
Mar Feb 16, 2010 8:13 pm Da francesca


2009-06-25 - Michael Jackson

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

2009-06-25 - Michael Jackson

Messaggio Da arcangelo il Ven Giu 26, 2009 9:53 am

2009-06-26 08:49
ADDIO A MICHAEL JACKSON, RE DEL POP


di Cristiano Del Riccio

WASHINGTON
- Michael Jackson, il ragazzo prodigio diventato Re del Pop ma poi
coinvolto in umilianti vicende giudiziarie, e' morto a Los Angeles
all'eta' di 50 anni per arresto cardiaco. La notizia della morte del
cantante e' stata confermata da fonti dell'ospedale di Los Angeles dove
era stato portato d'urgenza dopo che dalla sua abitazione era giunta la
richiesta di un'ambulanza.

Il dramma era cominciato giovedì poco
dopo mezzogiorno, ora di Los Angeles, con una telefonata dalla villa
del cantante, nel quartiere di Holmby Hills, ai servizi di emergenza.
Il personale paramedico aveva trovato Jackson in condizioni gravissime.
Avevano cercato di rianimarlo durante il tragitto dalla abitazione
all'ospedale Ucla di Los Angeles. Le sue condizioni erano apparse
disperate. All'ospedale avevano cominciato a giungere i suoi familiari
mentre all'esterno si affollavano i media e i fans che avevano
cominciato ad apprendere dalle Tv le condizioni disperate di Michael
Jackson.

Il cantante avrebbe dovuto cominciare dal prossimo mese
a Londra un tour mondiale che avrebbe segnato il suo ritorno al mondo
dello spettacolo dopo le vicende giudiziarie che lo avevano portato
alla ribalta della cronaca per l'accusa di molestie sessuali a
minorenni, . Ma il ritorno sul palcoscenico dell'ex Re del Pop appariva
una corsa ad ostacoli e alcuni di coloro che l'avevano visto impegnato
nelle prove dello spettacolo avevano espresso l'opinione che il
cantante non fosse ancora pronto, fisicamente, all'impegnativo compito.
Timori che erano stati confermati dalla decisione degli organizzatori
di ritardare l'inizio dell'atteso tour mondiale che avrebbe potuto
fruttargli oltre 50 milioni di dollari ponendo denaro sul suo conto di
cui aveva assoluto bisogno a causa delle spese sfrenate sostenute negli
ultimi anni che lo avevano portato ad indebitarsi pesantemente.
Nonostante la vendita in tutto il mondo di milioni di copie dei suoi
dischi - l'album 'Thriller' aveva battuto tutti i primati in materia -
il suo stile di vita eccentrico e costoso lo aveva messo in cattive
acque finanziarie.

Rovinoso per la sua carriera era stato il
processo del 2005 in California per rispondere della accusa di molestie
sessuali verso un minorenne ospitato nel suo ranch Neverland: il
cantante era stato assolto ma la vicenda giudiziaria aveva distrutto
per molti anni la sua attivita' artistica e l'aveva provato anche in
modo pesante sul piano fisico riducendolo all'ombra del personaggio
pieno di energia e vitalita' su cui aveva basato la sua carriera.

MORTO CON 400 MILIONI DOLLARI DEBITI
Michael
Jackson è morto lasciando debiti per oltre 400 milioni di dollari,
rivelano i media americani. Nonostante gli enormi guadagni prodotti
dalle vendite di centinaia di milioni di dischi nel mondo (circa 750
milioni di album secondo alcuni calcoli), lo stile di vista costoso e a
volte bizzarro del cantante lo aveva portato a spendere negli ultimi
anni della sua vita circa 30 milioni di dollari l'anno più delle sue
entrate. Per ottenere prestiti dalle banche Jackson aveva dovuto
ipotecare il suo bene più prezioso - il catalogo Atv Music comprendente
anche molte delle canzoni dei Beatles - che aveva acquistato nel 1985
per 47,5 milioni di dollari e che si era trasformato in una miniera
d'oro. Nel 2001 il cantante era riuscito a ottenere un prestito da 200
milioni di dollari dalla Bank of America. Le accuse di molestie
sessuali a minorenni e i conseguenti strascichi giudiziari avevano
provocato alte spese legali per Jackson accompagnate da una netta
diminuzione delle entrate per la vendita delle sue canzoni. Jackson
aveva ipotecato anche il suo famoso ranch Neverland, dove si era
asserragliato con la famiglia e con i suoi collaboratori durante il
processo del 2005 per molestie sessuali. Dopo la notizia della morte
alcune decine di fans di Jackson sono andato davanti ai cancelli di
Neverland, una proprietà ormai caduta in sfacelo, per rendere omaggio a
lume di candela alla memoria dell'ex Re del Pop.

FRATELLO JERMAINE, SUO MEDICO ERA IN CASA

Il
medico personale di Michael Jackson ha tentato di prestare soccorso al
cantante, nella sua abitazione, ancora prima dell'arrivo della
ambulanza. Lo ha rivelato il fratello del cantante, Jermaine, nella
prima dichiarazione fatta ai media da un familiare dell' ex Re del pop.
Ai tentativi del medico di Jackson si erano poi uniti i paramedici
dell'ambulanza chiamata via telefono. Il cantante era stato poi
trasferito nel veicolo per essere portato al pronto soccorso.
''L'ambulanza e' giunta all'UCLA Medical Center alle 13.14 - ha detto
Jermaine - per oltre un'ora i medici dell'ospedale hanno cercato di
rianimare Michael. Ma non ci sono riusciti''. ''La nostra famiglia
chiede ai media di rispettare la nostra privacy in questo difficile
momento - ha aggiunto il fratello del cantante - Il nostro amore sia
con te, Michael, per sempre''.

LA DRAMMATICA CHIAMATA, 'NON RESPIRA'

''E'
un uomo di 50 anni. Non respira piu'''. Questo il messaggio giunto ai
servizi di emergenza dalla abitazione di Michael Jackson alle 12.21
locali (ora di Los Angeles). La prima squadra di soccorso ad arrivare
nella abitazione di Bel Air affittata dal cantante era a bordo di un
camion rosso dei vigili del fuoco. I paramedici hanno tentato di
rianimare Jackson, che non mostrava piu' segni di vita, mentre lo
trasportavano all'UCLA Medical Center. All'ospedale, mentre il cantante
veniva trasportato freneticamente su una barella all'interno
dell'edificio medico, qualcuno che accompagnava Jackson ha cominciato
ad urlare ''Dovete salvarlo, dovete salvarlo!'', hanno riferito alcuni
testimoni.



L'ULTIMA IMMAGINE, ESANIME SU UNA BARELLA

L'ultima
foto di Michael Jackson mostra l'ex re del Pop sdraiato su una barella
mentre viene portato d'urgenza al pronto soccorso dell'Ucla Medical
Center di Los Angeles. Gli occhi del cantante sono chiusi, alla bocca
e' stata applicata una maschera ed un medico comprime un palloncino
collegato con un tubo alla mascherina. L'immagine e' stata diffusa, in
esclusiva, dal programma Entertainment Tonight. Quando i mezzi di
emergenza sono giunti alla abitazione del cantante, riferiscono
testimoni, Michael Jackson aveva gia' smesso di respirare. I medici
hanno tentato per 42 minuti di rianimarlo ma non c'e' stato niente da
fare.


CORPO TRASFERITO IN ELICOTTERO

Il
corpo di Michael Jackson e' stato trasferito in elicottero dall'UCLA
Medical Center, dove il cantante e' deceduto giovedi', all'ufficio del
medico legale della Contea di Los Angeles. Il breve volo
dell'elicottero e' stato seguito in diretta dalle Tv americane. Dopo
l'atterraggio dell'elicottero il corpo del cantante, avvolto in una
protezione bianca, e' stato trasferito su una ambulanza per essere
trasferito nei laboratori del coroner.

CORONER, AUTOPSIA ACCERTERA' CAUSE MORTE


Il coroner di Los Angeles ha annunciato una autopsia sara' effettuata
per accertare le cause esatte della morte. Il medico legale Fred Corral
ha detto che la morte di Michael Jackson e' avvenuta alle 14.26 ora
locale di Los Angeles.

POLIZIA LOS ANGELES APRE INDAGINE

La
polizia di Los Angeles ha aperto una indagine sulla morte di Michael
Jackson, anche se niente per il momento lascia pensare ad una
componente criminale. La inchiesta e' stata avviata dalla squadra
omicidi di Los Angeles. Gli agenti parleranno nelle prossime ore con i
familiari, gli amici ed i medici di Michael Jackson per cercare di
capire quali eventi hanno portato alla morte del celebre cantante. Il
luogotenente Gregg Strenk, parlando all'esterno della abitazione di Los
Angeles dove viveva Michael Jackson, ha esortato a ''non leggere troppe
cose'' nel fatto che la polizia abbia aperto una indagine. ''E' un
fatto normale nel caso di una morte di questo tipo - ha detto Strenk in
una breve conferenza stampa - Michael Jackson era una celebrita' e
questo spiega l'intervento della squadra omicidi''. Il luogotenente ha
aggiunto che adesso la polizia e' in attesa di ricevere dal medico
legale un rapporto sulla autopsia che sara' effettuata nelle prossime
ore.


avatar
arcangelo
Admin

Numero di messaggi : 86
Età : 59
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 15.10.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.alzalamente.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum